» Dermatite da contatto: una review ne studia la relazione con vari allergeni
 

Dermatite da contatto: una review ne studia la relazione con vari allergeni

I prodotti di consumo e i farmaci topici oggi contengono diversi allergeni che possono causare una reazione sulla pelle nota come dermatite allergica da contatto.
Una recente review dal titolo “Contact Dermatitis to Medications and Skin Products” ha esaminato vari allergeni e riportato l’attuale incidenza e le tendenze della dermatite allergica da contatto in Nord America, Europa e Asia.

Nel lavoro vengono innanzitutto discusse le allergie da contatto ai farmaci corticosteroidi in riferimento alle loro cinque classi strutturali (A, B, C, D1, D2) e ai loro composti di test (tixocortol-21-pivalate, triamcinolone acetonide, budesonide, clobetasol-17-propionate, idrocortisone-17-butirrato), parallelamente all’analisi delle reattività crociate tra le classi di steroidi.
Sono poi presi in considerazione i sistemi terapeutici transdermici contenenti estrogeni e testosterone, gli anestetici locali (ad esempio benzocaina, lidocaina, pramoxina), gli antistaminici (ad esempio piperazina, etanolamina, propilamina, fenotiazina), gli antibiotici topici (ad esempio neomicina, spectinomicina), analizzati per il loro potenziale nel causare dermatite da contatto e cross-reattività.
Infine, sono presi in considerazione gli ingredienti utilizzati come eccipienti di questi prodotti, come gli ingredienti che rilasciano formaldeide (quaternium-15, 2-bromo-2-nitropropane-1,3 diolo, diazolidinyl urea, imidazolidinyl urea, DMDM hydantoin), altre sostanze come isotiazolinoni, parabeni, metildibromo glutaronitrile, iodopropinil butilcarbammato e thimerosal), miscele di fragranze e balsamo del Perù, per l’incidenza e la prevalenza delle allergie da contatto.

La revisione si conclude con strategie, raccomandazioni e due strumenti online (SkinSAFE e il programma di gestione degli allergeni da contatto) per rilevare ed eventualmente evitare questi allergeni nei prodotti commerciali per la cura della pelle.

 
 

fonte:

Farmacianews